sabato 12 gennaio 2008

Salsiccia aromatica

Altre prove di salsicce, mi piacciono tantissimo le salsicce fresche, a volte anche se non dovrei farlo le mangio crude, questa volta le ho provate più aromatizzate ottime da grigliare :-P
Non so se vi siete accorti ma sono riuscita ad inserire anche mia sorella nel blog, ora gli do un po' di istruzioni e spero che anche lei si appassioni a questo nuovo gioco! :-)


1 kg di carne di maiale tritata
24 gr di sale
5 gr di pepe
aglio disidratato
cannella
noce moscata
vino rosso o bianco

Unire sale pepe aglio alla carne tritatanon ho resistito ad infilarci le dita :-)
Una bella grattugiata di noce moscata, una bella spolverata di cannella, una passata di vino ho aggiunto anche del rosmarino e salvia essiccati
mescolare il tutto, messo a riposare in frigo per qualche ora.
Immergere il budello in acqua ed aceto, volendo si può aggiungere anche uno spicchio d'aglio tenuto in ammollo per qualche ora, questa volta invece dell'imbuto altra dritta ho preso il contenitore del tritatutto, ho inserito il budello ho soffiato per vedere se c'erano falle, troppo divertente :)
ed ho insaccato, legare con lo spago et voilà pronte. Bucarle con un ago per togliere l'aria rimasta bloccata, vedete la bolla in alto a sx.

Queste sono finite grigliate, buonissime!!!!

9 commenti:

aracoco ha detto...

BRAVISSIMA, gran bel lavoro...io farò il salame per fine mese!!

Tatiana ha detto...

wow interessante fai le foto posta tutto che mi interessa moltissimo;)

nightfairy ha detto...

Ciao Tati, buona domenica a te e alla tua famiglia!Un bacione :)

comidademama ha detto...

noi mangiamo la salsiccia di Bra cruda, ma non le altre, a me fa un po' impressione

Tatiana ha detto...

Non la conosco che ha di diverso Elena e qui del trentino? Io non resisto mi piacciono tantissimo fresche :P

comidademama ha detto...

Io sono nata e cresciuta a pochi km da Bra, in provincia di Cuneo.
La salsiccia di Bra è di carne bovina magra miscelata con del grasso di maiale. Un tempo era 100% carne di bovino per via della comunità ebraica di Cherasco (posto meraviglioso, porta delle Langhe, mi vengono i luccinoni di nostalgia)
Poi Carlo Alberto crea una serie di limitazioni della produzione al territorio di Bra e mette il grasso di maiale.
Si mangia fresca.

Le salsicce trentine sono buone, ma sanno di finocchio e cumino e di aglio.
In Piemonte usiamo sale, pepe, cannella e noce moscata, li si trovano sempre dai tabaccai, almeno finchè ho vissuto in questi luoghi.

Tatiana ha detto...

Anche a me piacciono queste del trentino ma abituata da una vita a quelle toscane dopo un po' mi stufano, alcune volte sono veramente anche troppo drogate, Non credo di averne mai mangiate di solo bovino, semmai miste, mi piace provare anche questa versione, del resto sarà quasi come mangiare una tartara...:) la proverò, sono ancora in piena curiosità con le salsicce, ben vengano altri tipi... oltre a quelle che mi tirerà fuori la mia fantasia. Mi fa piacere Elena, di averti riportato un po' indietro con i ricordi... in parte anche per me la salsiccia ha dei ricordi da bambina, sono stati i miei primi pasticciamenti serali quando mamma era al lavoro e noi facevamo esperimenti... tutto a discapito di quella più piccola se penso alle frittate strane svuotafrigo che gli ho fatto mangiare :)) Potrei definirlo il mio periodo maionese l'adoravo mescolare cosa che a volte faccio anche ora :))) Tutto avrei immaginato meno che venissero vendute dal tabaccaio, in effetti ora suonerebbe strano anche andarci a comprare del sale... una salsiccia di bra al posto di un sigaro toscano... beh se non altro era tutta salute!!!!

comidademama ha detto...

non mi sono spiegata bene, non le salsicce, ma le spezie venivano vendute dal tabaccaio ^_^

Tatiana ha detto...

Ah si ricordo benissimo erano le vecchie licenze... una specie di emporio ;)