martedì 9 dicembre 2008

Coniglio ripieno di carciofi cotto e omelette al formaggio

Non amo particolarmente il coniglio, a dire il vero sin da bambina non ho mai avuto un buon rapporto, credo che sia stato soprattutto per le battute che era facile scambiarlo per...altro :-| Ora ripenso a quante volte la mia mammina furbina me lo ha rifilato, per mascherarmelo lo faceva fritto e magicamente diventava pollo, altre volte tacchino.
Ripieno l'ho sempre mangiato sarà che non era riconoscibile, certo l'importante che lo preparasse mentre non ero in casa altrimenti, niente sfuggiva ai miei occhietti investigatori eheheh
Sarà che di carne alla fine restava solo l'involucro e c'era sempre una fettona dentro di mortadella tagliata spessissima, che attenuava tantissimo il sapore insieme a quel bel rosone centrale giallo che creava la frittatona al formaggio.
Crescendo si guardano le cose con occhi diversi e spesso restavo affascinata dalla pazienza e amore che ci metteva mia mamma, nel prepararci questo secondo, prendeva il coniglio lo stendeva sul vecchio tagliere di legno, col suo spelucchino cominciava a incidere come un chirurgo, la carne dalle ossa.
Tutt'oggi, ogni volta che i conigli sono in offerta, mia mamma li prende e uno o due finisce sempre per disossarli, un lavoro che ancora svolge piacevolmente per le figlie... noi siamo riuscite col tempo a non farceli farcire, lasciandoci almeno la fantasia di variare i ripieni ;)

Mezzo coniglio posteriore
2 carciofi
2 uova
emmenthal 2 fette
aromi d'arrosto
2 spicchi d'aglio
mezzo dado vegetale
vino bianco

Disossare il coniglio, pulire i carciofi tagliarli a fette e metterli in acqua acidulata con il limone. Spolverare il coniglio con gli aromi d'arrosto. Fare uno strato di carciofi sul coniglio, Sbattere le uova e unire l'emmenthal a pezzetti, in padella cuocere l'omelette, mettere le fette di prosciutto cotto, e l'omelette, arrotolare il coniglio, cucire tutte le parti aperte con del filo bianco.
Metterlo in tegame con gli spicchi d'aglio interi e un rametto di rosmarino, farlo rosolare da tutte le parti, sfumare col vino, unire un po' di brodo vegetale e portare a cottura.
Lasciarlo raffreddare per affettarlo onde evitare che si rompono le fette, l'ho servito con il sughetto ben riscaldato versato sopra e con del cavolo strascicato in bianco.
step by step qui



Weeeeeeeeee ricordatevi di fare gli auguri alla fatina del web oggi è il suo compleanno!!!!

12 commenti:

Mary ha detto...

Faccio spesso il coniglio e mi garba ripieno come l'ho avete proposto , molto buono!

manu e silvia ha detto...

una ricetta colplessa ma davvero buona!! il coniglio così sembra gustoso! bacioni

Claudia ha detto...

Molto buono davvero!!! io non credo riuscirò mai a farlo, molto complesso.. mi rifaccio con il tuo .-pppp baci

Mirtilla ha detto...

hai ricreato davvero un gran bel rollo'con carne di coniglio!!
un bacione ;)

Dolce D. ha detto...

ammazza che buono che dev'essere,
brava

unika ha detto...

è la seconda ricetta di coniglio imbottito che vedo....uffi qui non me lo dissossano
Annamaria

NIGHTFAIRY ha detto...

Sei un tesoro :) grazie Tati, quante coccole!
Inutile dirti che sono rimasta incantata dal piatto che hai preparato, sei sempre bravissima e originale!

clamilla ha detto...

Caspita una ricetta degna di chef!
Brava
Marty

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Non sarò mai in grado di fare una delizia del genere! Non mi resta che gustarmi il coniglio in foto.
Ciao
Alex

Lo ha detto...

menomale che ci seiiiiiiiiiiiii mica sapevo del compleanno fatoso grazieeeeeee

may26 ha detto...

♫♫♫ Wow!!! Tati sei bravissima complimenti (°_°) un bacione ciao ♫♫♫

emilia ha detto...

Mannaggia....purtroppo anche io con il coniglio ho un pessimo rapporto in cucina. Dopo averne avuto uno vero !
Anche i miei lo facevano cosi'...ai tempi pero' lo mangiavo ! ;)
Buona giornata :)