mercoledì 30 settembre 2009

Ossibuchi di tacchino con zucchine, cotto e scaglie di grana

Ultimamente ho davvero trascurato il blog... diciamo che me ne sono un po' disamorata, vorrei cambiarlo e nello stesso tempo manca la voglia, o forse sono presa da altre distrazioni.
Devo ancora finire di mettere su il ricettario brividoso che non ha ottenuto un gran successo come invece speravo... Ho sfruttato molto mia sorella in questo periodo anche questa ricetta è una delle sue che abbiamo preparato insieme su in montagna... tante sono ancora in giacenza sul pc dimenticate e verranno postate ormai il prossimo anno per la fine di stagionalità degli ingredienti.
Insomma me la sono presa comoda come si dice... ma ogni tanto uno stacco ci vuole per ritrovare passione di nuovo.

Questo piatto è saltato fuori per colpa della sovraproduzione di zucchine che, l'orto in montagna ci ha regalato, ma soprattutto, per il problema del farle mangiare ogni giorno al cognato, quindi si è trovata a prepararle in tutte le salse. Questa è stata davvero una preparazione che ha riscontrato successo da parte di tutti.

Ossibuco di tacchino oppure due fusi da tagliare
4 zucchine
un etto di prosciutto cotto
grana a scaglie
vino bianco
farina q.b.
brodo vegetale
burro
olio e.v.
olio di arachide
sale e pepe

Infarinare gli ossobuco, metterli a rosolare in padella con un giro d'olio e una noce, sfumarli con il vino bianco, salare e pepare, unire un po' di brodo, potete usare anche acqua e un pezzetto di dado e portarli a fuoco basso e pentola coperta quasi a cottura.
A parte tagliare le zucchine a bastoncino, soffriggerle per due minuti, scolarle su carta da cucina, salare e metterle da parte. Preparare scaglie di grana e il prosciutto a listarelle.
In una pirofila da forno imburrata, adagiare uno strato di zucchine, prosciutto e grana, gli ossibuchi, zucchine di nuovo e listarelle di cotto e grana, mettere in forno caldo a 180° e far gratinare per una decina di minuti.
Piatto comodo da preparare anche il giorno prima e gratinare poco prima di mettersi a tavola.
per una preparazione più veloce e meno economica, si possono usare il petto di tacchino a fette, in tal caso, basterà rosolarlo sfumare con vino sale e pepe e mettere da parte.


12 commenti:

Aiuolik ha detto...

Dai, capita tutti di avere poco tempo per seguire la propria cucina virtuale. L'importante è non perdere l'entusiasmo :-)

Federica ha detto...

bella questa ricetta!! un'idea per fare gli ossibuchi! mi piace!!

Tatiana ha detto...

Gtazie aiuolik :) ma è un po' quello che ho perso... prima o poi lo ritroverò... almeno spero :)

Ciao federica provali sono davvero deliziosi ;)

stefi ha detto...

Una ricetta originalissima per fare gli ossibuchi!!!!!!
Bravissime!!!!!! e
bentornate!!!

manu e silvia ha detto...

un modo diverso e più gustoso di preparare gli ossobuchi! un piatto unico ricco e buonisismo!
baci baci

Dolce D. ha detto...

Taty bel piatto very very good

Lo ha detto...

che buonoooooooooo!!! come fate voi gli ossibuchi! e ora prenditi il tempo che ti serve e poi ci fai sapere...un abbraccio

clamilla ha detto...

Veramente molto molto chic!
Ciao e buon Week end!
Marty

Ale ha detto...

Tati capitano periodi si stanca.....
la mi porti un bacione a Firenzeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

Michela Debrujing ha detto...

l'ossobuco.....l'ho mangiato proprio oggi, ma così è davvero interessante. Lo dovrò provare.

SUNFLOWERS8 ha detto...

Hey non preoccuparti un periodo di stanchezza capita a tutti, l'importante è che non prenda il sopravvento su tutto, mi sembra di notare con piacere che cucinare non ti ha ancora stancata anzi, piatto ultra appetitoso! Io ti/vi aspetto. Bacioni

Annalena ha detto...

Grazie mille per la ricetta, è proprio quello che stavo cercando e complimenti per la tua creatività in cucina!
Ciao